Tash Sultana torna in radio dal 14 settembre con “Free Mind”

Dopo l’ipnotica “Salvation”, la cantautrice e polistrumentista australiana Tash Sultana torna in radio dal 14 settembre con il nuovo singolo “Free Mind”, sempre tratto dal suo acclamato album di debutto “FLOW STATE”.

Tash è stata definita “one of the most unique new artists in the game right now” da NME, mentre l’Herald Sun ha azzardato addirittura “Surely our next Grammy award winner”.

Su “Free Mind”  la cantautrice ha dichiarato:  «Ho impiegato circa 2 anni per scrivere questo pezzo. Erano sostanzialmente tre canzoni diverse in una e non riuscivo a capire come poter unirle. Poi un giorno in studio ho avuto un’illuminazione. Non scrivo in genere canzoni di 3 minuti e 30 secondi perché le trovo troppo difficili, ma alla fine mi sono accorta di aver detto quello che avevo da dire. La domanda che avevo in testa era: “Quando la mia mente sarà libera da tutti i condizionamenti e le catene?”».

Tutte le canzoni di “FLOW STATE” sono prodotte, scritte, eseguite e arrangiate da lei: La giovane e talentuosa artista suona tutti i 15 strumenti impiegati nella lavorazione del disco, tra cui il sassofono, il flauto di pan, il pianoforte a coda e la chitarra, per citarne alcuni. L’album è stato realizzato da Nikita Miltiadou, mixato da Dann Hume e masterizzato da Andrei Eremin.

Tash ha raccontato su “Flow State”: «Sento questo album come una base, il vero inizio della mia carriera, un punto di partenza per il futuro. Non ho scritto solo delle canzoni singole per questo lavoro, ho deciso di scrivere un intero album dove ogni brano è legato all’altro. Una manciata di storie da raccontare, giusto qualche lacrima versata, ma ce l’ho fatta e sono soddisfatta».

La cantautrice continua ad allargare la sua fanbase anche grazie alle sue incredibili esibizioni dal vivo, tra cui festival di fama internazionale come Lollapalooza, Coachella Music & Arts Festival, Governor’s Ball, Splendor In The Grass, Montreux Jazz Festival e uno slot come headliner al Byron Bay Bluesfest. Numerosi suoi show negli Stati Uniti hanno registrato il sold-out, così come nel Regno Unito e in Europa dove arriverà prossimamente: Tash si esibirà in Italia, in un’unica data il 29 settembre al Fabrique di Milano.

Ha inoltre già venduto oltre 12.000 biglietti ad Amsterdam, 20.000 in Germania (Colonia e Berlino) e suonerà in tre spettacoli sold-out, il 20, 21, 22 settembre nella celebre 02 Academy Brixton di Londra (oltre 15.000 biglietti). Tash Sultana è la prima artista in assoluto ad aver venduto tre concerti alla Brixton Academy prima della pubblicazione dell’album di debutto.

Tash inizia a suonare a soli tre anni, quando suo nonno le regala una chitarra, ma non è un percorso facile. Durante gli anni del liceo Tash utilizza false identità per esibirsi nei locali di Melbourne e dintorni e per sperimentare nuovi suoni e far così conoscere la sua musica. Incapace di trovare un lavoro regolare, si mantiene suonando per le strade della sua città e durante questo periodo ha una psicosi causatele dall’eccesso di farmaci che la costringe a fermarsi per qualche mese per curarsi. Intanto la storia del suo ipnotico talento inizia a diffondersi e, in poco tempo, i suoi video su Facebook e YouTube ricevono decine di milioni di visualizzazioni. Adesso che la sua popolarità si estende ben oltre le strade di Melbourne, la passione per la musica di Tash Sultana coinvolge un pubblico globale.

Tracklist di “FLOW STATE”:

Seed (Intro)

Big Smoke

Cigarettes

Murder to the Mind

Seven

Salvation

Pink Moon

Mellow Marmalade

Harvest Love

Mystik

Free Mind

Blackbird

Outro